Top
 

Buttati a peso morto

Tutti i musicisti o chiunque abbia a che fare con il mondo della musica prima o poi si è trovato davanti ad una sfida più grande di lui: la prima volta che hai preso in mano il tuo strumento, la prima volta che hai suonato davanti ad un pubblico, la prima volta che hai scritto un brano inedito ecc…

 

Ricordi questi momenti?

Sicuramente sì, ricordi anche se è stato facile superarli? Mi auguro per te che la risposta sia affermativa ma non sempre è così!

 

Molto spesso, infatti, ci poniamo dei limiti inesistenti dettati dalla semplice paura di fallire.

Non è sempre facile prendere delle decisioni o intraprendere strade che sai già che richiederanno tempo, fatica e possibilità di non riuscire.

La paura di non essere all’altezza, di perdere tempo e autostima ci logora ogni volta che ci lanciamo in una nuova sfida, soprattutto se non lo abbiamo mai fatto!

 

Certo, ogni individuo reagisce a modo suo e dipende soprattutto dal carattere della persona ma questo comportamento è assolutamente umano e normale.

 

La verità è che qualsiasi cosa facciamo nella nostra vita implica un ipotesi di fallimento e se ci fermassimo ad ognuna di esse non vivremmo più.

 

È vero anche che la situazione va valutata caso per caso e non sempre buttarsi a peso morto in ogni cosa è la soluzione migliore, anzi, la questione va valutata molto attentamente.

Ci sono casi in cui conviene aspettare o capire se effettivamente quello in cui ci stiamo buttando è quello che vogliamo veramente o se ne vale la pena nello specifico caso.

Ma se nel tuo cuore sei consapevole che, nonostante le difficoltà, e quello l’obiettivo e la modalità nel quale ti vuoi spendere allora non ci sono dubbi, mettici l’anima.

 

A volte porsi delle scadenze obbligate è l’unico modo per “darsi una mossa”, come? Accetta una proposta che altrimenti non avresti accettato e vedrai che in qualche modo ti adopererai per ottenere il migliore risultato possibile e, nonostante inizialmente non ti ritenessi minimamente capace, vedrai che otterrai dei buoni risultati.

Hai mai notato che a volte pensi di essere totalmente incapace a fare qualcosa solo perché non ci hai mai provato?

Per esempio, hai sempre visto un tuo amico “smanettare” con il computer e non hai mai capito niente di quello che facesse, poi, per un motivo o per un altro, un giorno sei costretto ad arrangiarti e scopri che in fondo, con un po’ di impegno, anche tu sei capace a svolgere lo stesso lavoro rendendoti conto che non è poi così difficile!

 

Ecco, lo stesso accade alle nuove sfide che come musicisti, autori, produttori o qualsiasi altro lavoro all’interno della musica ci venga proposto.

 

Può esserci chiesto di fare un genere musicale che non è propriamente il nostro, può esserci chiesto di prendere parte ad un progetto importante e impegnativo, può esserci chiesto di suonare davanti a migliaia di persone e in ogni caso dobbiamo cercare di prendere la sfida come uno sprono e non come una paura.

 

Ora, tornando ai primi esempi, è stato poi così difficile affrontare le prime difficoltà? Ne è valsa la pena?

Ripensando e analizzando quella che è la tua carriera, la tua storia e la tua esperienza da musicista ti renderai sicuramente conto che tutte quelle difficoltà hanno contribuito a renderti la persona che sei adesso e sicuramente ringrazierai di più le cose che ti hanno fatto dannare in quanto sono quelle che probabilmente hai imparato meglio e non scorderai più per il resto dalla tua vita.

 

Concludendo: la vita è una sola, buttati con tutto il cuore in ciò che fai e non pensare a quello che potrebbe andare male, pensa sempre a ciò che invece accadrebbe se tutto andasse bene; senza questo ragionamento di partenza difficilmente ne uscirai vincitore.