Top
 

Costruisci la musica nella tua testa

Il primo approccio alla composizione e alla produzione di qualsiasi tipo di musica si basa sulla costruzione di piccole melodie tramite uno strumento musicale, questo di solito è il pianoforte.

 

Non è una cosa facile e spesso la composizione della prima melodia originale rappresenta una conquista importante.

 

Parliamoci chiaro, è normale all’inizio che la costruzione di una melodia nasca da una sequenza casuale di note, per capirci, spingendo tasti a caso sul pianoforte fino a che non siamo soddisfatti del risultato finale.

 

Questo di per sé non è sbagliato, anzi, molti brani divenuti poi famosi sono nati probabilmente in questa modo.

L’importante, infatti, è raggiungere l’obiettivo.

 

Perché allora rappresenta un problema?

Maturando esperienza ti accorgerai che questo non è il modo migliore di procedere in quanto rappresenta un limite alla tua creatività.

 

Fondamentalmente quando appoggi le dita sul pianoforte e inizi a spingere tasti casualmente ti affidi al caso e speri che in qualche modo esca qualcosa di orecchiabile mentre invece quando la melodia parte anzitutto da un idea ti affidi alla tua creatività.

 

La linea melodica che stai costruendo infatti è un veicolo di emozioni e affidarla al caso significa probabilmente andare fuori strada rispetto all’intento iniziale.

 

Quindi mi stai dicendo che dovrei inventarmi una canzone intera nella mia testa? La risposta è no.

Ovviamente sarebbe bellissimo saperlo fare ma è talmente difficile che sfiora l’impossibile.

A maggior ragione se si parla di un arrangiamento complesso e articolato, composto da vari strumenti e note.

 

La regola quindi è: poni il minimo che ti serve per dar modo alla tua fantasia di lavorare senza che abbia dei limiti.

 

Facciamo un esempio pratico: se devo costruire una linea melodica di una voce è fondamentale quanto meno definire gli accordi di sostegno, questo permette un libero sfogo alla fantasia ma allo stesso tempo permette di definire anche la tonalità, riducendo drasticamente i tempi e concentrando le altrimenti infinte possibilità.

 

Ovviamente non è neanche detto che la melodia debba essere ragionato per interno, puoi avere anche solo l’idea di un inizio per poi finire di svilupparla grazie all’utilizzo di uno strumento.

 

Ricordati: quando una linea melodica funziona nella tua testa lo strumento con cui viene riprodotto diventa secondario.